Cosce di pollo al Mielbio Acacia

da Antonia Semeraro, Mielbio, Salato
  • Livello
    Basso
  • Durata
    15 min. (preparazione)
    60 min. (cottura)
  • Dosi
    4-6

INGREDIENTI

  • 6 cosce di pollo
  • 70 g di Mielbio Acacia
  • 30 g di aceto balsamico
  • Succo di un limone
  • 3 cucchiai olio extra vergine d’oliva
  • 100 ml di acqua
  • q.b. di sale e pepe
  • q.b. prezzemolo o erba cipollina
  • q.b. di peperoncino in polvere

PREPARAZIONE

Pulite per bene le cosce di pollo e lavate i fusi sotto l’acqua corrente. Asciugate la carne con un panno da cucina e condite con sale fino e pepe nero da entrambi i lati. Versate l’olio di oliva in una padella, adagiate le cosce di pollo e fatele rosolare a fuoco moderato per 2-3 minuti. In una ciotola versate Mielbio, il succo di limone e l’aceto balsamico. Mescolate con un cucchiaino e una volta che i fusi saranno dorati, versatela sopra poco per volta.

Aggiungete l’acqua a temperatura ambiente, coprite con il coperchio e proseguite la cottura a fuoco basso per circa 1 ora, fino a quando le cosce saranno ben cotte, rigirandole di tanto in tanto. Trascorso il tempo indicato togliete il coperchio e continuate a cuocere in modo da fare addensare la salsa, ci vorranno circa 3-4 minuti. Intanto spolverate del peperoncino e tagliate a fette il limone.

Una volta che la salsa si sarà rappresa, spegnete il fuoco e condite con i semi di sesamo  l’erba cipollina tritata o il prezzemolo e servite le vostre cosce di pollo al miele ben calde!

Antonia Semeraro
Ricetta a cura di

Antonia Semeraro

Mi chiamo Tonia figlia degli anni settanta….nata e cresciuta in Puglia ..abbandono la mia terra a 24 anni per la città della Madunina .. e poi a 28 mi trasferisco nella Terra dei Contrasti la meravigliosamente bella Palermo, città nella quale oggi vivo con l’uomo della mia vita e mia figlia .
Nella vita non mi occupo di cucina tutt’altro… ho studiato matematica e lavoro in un’azienda di software. Amo viaggiare integrandomi con la gente del posto gustandone la cucina, apprezzandone le tradizioni e i costumi.
Curiosa… per alcuni molto curiosa…io ritengo quel tanto che basta per sperimentare in cucina sempre idee nuove.
Amo cucinare per mio marito per i miei amici per chiunque viene a trovarmi. Amo inventare piatti particolari mettere insieme sapori diversi, odori, colori. Amo cucinare perché cucinare regala la pace dei sensi.
La mia cucina nasce dalla tradizione pugliese con la quale sono cresciuta e l’influenza siciliana nella quale sono quotidianamente calata.

TOP