Cheescake pesche e amaretti

da Antonia Semeraro, Fiordifrutta, Dolce
  • Livello
    Basso
  • Durata
    30 min. (preparazione)
    70 min. (cottura)
  • Dosi
    8 porzioni

INGREDIENTI

Ingredienti teglia a cerniera base 22 cm
  • 220 g biscotti tipo digestive
  • 100 g burro
  • 200 g formaggio spalmabile
  • 250 g mascarpone
  • 250 g Fiordifrutta pesche Rigoni di Asiago
  • 1 pesca noce
  • 170 g zucchero
  • 20 circa amaretti piccoli
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di succo di limone

PREPARAZIONE

Sbriciolare i biscotti con minipimer ed aggiungere il burro fuso; amalgamare il tutto.

Foderare la teglia a cerniera con la carta forno comprese le pareti ; imburrare le pareti in modo che la carta forno aderisca.

Mettere sul fondo il composto di biscotti con il burro e schiacciare con le mani in modo da compattare.

Mettere in freezer per circa mezz’ora.

Amalgamare crema spalmabile, mascarpone , yogurt  e zucchero per pochi minuti con le fruste in modo da avere una crema.

Inserire l’uovo e il succo di limone ed amalgamare.

Riversare il composto  sulla base di biscotto livellare e infornare a 160 gradi x 70 minuti circa.

Lasciate raffreddate per un paio di ore e poi conservartela in frigo per almeno 6 ore meglio se per una notte intera.

Quando la cheesecake sarà ben fredda toglierla dalla teglia eliminando la carta forna e spalmare in superficie Fiordifrutta pesche Rigoni di Asiago.

Decorare con gli amaretti e delle fette di noce pesca .

Antonia Semeraro
Ricetta a cura di

Antonia Semeraro

Mi chiamo Tonia figlia degli anni settanta….nata e cresciuta in Puglia ..abbandono la mia terra a 24 anni per la città della Madunina .. e poi a 28 mi trasferisco nella Terra dei Contrasti la meravigliosamente bella Palermo, città nella quale oggi vivo con l’uomo della mia vita e mia figlia .
Nella vita non mi occupo di cucina tutt’altro… ho studiato matematica e lavoro in un’azienda di software. Amo viaggiare integrandomi con la gente del posto gustandone la cucina, apprezzandone le tradizioni e i costumi.
Curiosa… per alcuni molto curiosa…io ritengo quel tanto che basta per sperimentare in cucina sempre idee nuove.
Amo cucinare per mio marito per i miei amici per chiunque viene a trovarmi. Amo inventare piatti particolari mettere insieme sapori diversi, odori, colori. Amo cucinare perché cucinare regala la pace dei sensi.
La mia cucina nasce dalla tradizione pugliese con la quale sono cresciuta e l’influenza siciliana nella quale sono quotidianamente calata.

TOP